vale: https://www.carsulae.it/libraries2.0/ Carsulae - Parco Archeologico
Carsulae e il Caos: compleanno al museo
dal 01 Novembre al 31 Dicembre 2018

Carsulae e il Caos: compleanno al museo

Carsulae e Caos vi fanno la festa e per il vostro giorno speciale vi propongono ...



A CARSULAE



CONTANTI AFFETTUOSISSIMI AUGURI



una passeggiata ludica dentro l'area archeologica racconta i giorni speciali e quelli comuni delle bambine e dei bambini in età romana, poi il laboratorio, liberamente ispirato alla omonima attività di Bruno Munari, confeziona un biglietto di auguri fatto ad arte da appendere come un quadro e da tenere caro anche quando si sarà diventati grandi!
età di riferimento: 6>10 anni



ENIGMI CON I ROMANI



una sfida ad enigmi dentro l’area archeologica rivela i segreti della città romana e conduce dritti al traguardo finale
età di riferimento: 6>10 anni



Ogni attività ha la durata di due ore.
Per informazioni, prenotazioni e dettagli sui costi:
info@carsulae.it
+39 0744 334133
+ 39 340 3458209
I costi comprendono i materiali, l’uso degli spazi, gli operatori didattici e gli inviti per i partecipanti. Non comprendono cibo e bevande.



Il costo e l'organizzazione del rinfresco sono a cura della famiglia della festeggiata e del festeggiato, che avrà a disposizione uno spazio per l’allestimento.

AL CAOS _ Museo Civico Archeologico e Museo di Arte Moderna e Contemporanea "Aurelio De Felice"



VEDI BENE, GUARDA MEGLIO laboratorio di costruzione e viaggio di esplorazione dentro le sale del museo



Quando è un dettaglio a fare la differenza, basta un paio di occhialini super accessoriati per aumentare la percezione delle cose, rendere familiare quello che è insolito e concorrere al titolo di super osservatori dell’anno!



età di riferimento: 4>6 anni



INVENTACITTÀ laboratorio di creazione di una città immaginaria



‘Padre mi fai un regalo?’ disse un giorno la dea Atena al saggio Zeus. ‘Un regalo?’ ‘Proprio così.’ ‘E cosa vorresti, ragazza mia?’ ‘Voglio una città’ fece lei. ‘Una città tutta per me.’



dal libro I doni degli dei



età di riferimento: 4>6 anni



C’ERO UNA VOLTA gioco della memoria e laboratorio creativo



Una cosa buona che abbiamo mangiato, il nostro primo giocattolo, la filastrocca preferita, un giorno in cui siamo stati felici: le storie custodite dentro il piccolo biberon, esposto in una sala del museo archeologico di Terni, ci insegnano il valore dei ricordi e l’importanza delle persone con cui condividerli.



età di riferimento: 7>10 anni



UN ANIMALE TUTTO MIO laboratorio creativo con la tecnica della monotipia



Il nostro animale preferito oppure quello che ci spaventa di più. Ci sono animali buffi o belve spaventosamente grandi. Esotiche giraffe o pungenti porcospini. Una passeggiata alla scoperta degli amici a quattro zampe che abitano il museo ci condurrà alla creazione di un variopinto bestiario.



età di riferimento: 7>10 anni



TRE INDIZI FANNO UNA PROVA attività ludica per imparare a formulare una ipotesi e risolvere un giallo



Due scheletri, un amuleto tra i pochi effetti personali e un sospetto di morte premeditata: il museo archeologico di Terni si diverte a mischiare le carte e a rovesciare l’ordine della Storia per regalare una seconda vita ai suoi protagonisti e scoprire chi di loro si è macchiato di un delitto di sangue e chi di noi può commetterne uno di inchiostro.



età di riferimento: 11>13 anni



CACCIA AL SELFIE attività di esplorazione



Cosa occorre per festeggiare un compleanno a regola d’arte? Occhi ben attenti anche al più piccolo particolare, un buon fiuto e tablet forniti da noi. Quando tecnologia e arte si incontrano per dare vita a un gioco di osservazione in cui è d’obbligo metterci la faccia.



età di riferimento: 11>13 anni
Ogni laboratorio ha la durata di due ore.
Per informazioni, prenotazioni e dettagli sui costi:
didattica@indisciplinarte.it
0744 285946

340 3458209
I costi comprendono i materiali, l’uso degli spazi, gli operatori didattici e gli inviti per i partecipanti. Non comprendono cibo e bevande.
Per rinfreschi e/o torte è possibile rivolgersi al FAT, il locale di ristorazione del CAOS _ 349 9359222

















News
dal 15 Settembre al 14 Ottobre 2018
CAOS Museo Archeologico: Karpüseeler - Vivavoce
CAOS Museo ArcheologicoKarpüseeler - VivavoceAntologia minima di opere scelte.1978_2018.Cura: Aldo IoriIdeazione e coordinamento: Franco ProfiliCollaborazione al Progetto: Comune di Terni – Direzione Servizi Culturali e Servizi MusealiGestione Servizi Museali della città di Terni - Civita, Indisciplinarte, Coopsociale ACTL e Coopsociale ALISla mostra sarà visitabile fino a domenica 14 ottobre 2018giorni e orari di visita: dal martedì alla domenica, dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 17.00 alle 20.00lunedì chiuso ingresso liberoInfo:340 418 8488museoarcheologicoterni@gmail.com La mostra di Karpüseeler - Vivavoce, a cura di Aldo Iori, è allestita presso gli spazi del Museo Archeologico all'interno del complesso Caos, Centro Arti Opificio Siri di Terni e propone una minima antologia di importanti opere esposte in occasione del quarantennale della sua attività artistica. Il Museo Archeologico accoglie, tra i suoi preziosi reperti antichi, una quindicina di opere che vengono collocate nel rispetto del luogo e del percorso espositivo. Una lunga tradizione, italiana e non solo, oramai accompagna questo tipo di eventi in cui l'arte contemporanea crea un ideale ponte con il passato, non tanto per dimostrare affinità linguistiche o a volte discutibili assonanze, ma per segnare l'attualità dei luoghi culturali in cui ritrovare le proprie radici e per ribadire l'eterna contemporaneità di tutta l'arte. Karpüseeler ha da sempre rivolto la sua attenzione alla definizione dell’opera come concreto confine tra differenti ambiti della speculazione del pensiero contemporaneo. Interessato fin dal suo esordio del 1978 alle logiche cibernetiche, le sue opere varcano il confine disciplinare della scultura per dare concretezza a elaborazioni nelle quali sia la forma tende all’assoluto sia l’opera intera instaura con l’osservatore un inedito rapporto spazio-temporale. La rassegna si apre con l'inedita opera "VIVAVOCE" (2018), che fornisce il titolo alla mostra, e che da subito pone l’osservatore nello spazio pluridimensionale dell’opera, quasi a chiedergli ascolto o proponendogli un luogo ideale della riflessione. La parola con la sua vocalità fornisce, come in "Nazywam" (2012), la base scientifica e ideativa per la definizione della forma lignea; altre volte si coniuga con linguaggi tecnici, come il barcode presente in opere come "L.E.G.N.O." (1990) o "U.O.V.O." (2004) o l'artista utilizza la suggestione di calembour linguistici come "In/equi/vocare" (1987-2003), opera emblematica in cui il cavallo degli scacchi diviene mostro terribile di un inconscio che forza il pensiero razionale, o ancora in "Varano di Komòdo" (1987). Altre opere come "Verso infinito"(1995), "Piccola Voce" (2016), "Silenzio bianco" (2006) e "Coro" (2007) posseggono invece una forte e assoluta presenza che, come in Canova, Brancusi o Spalletti, travalica l’aspetto formale e l'opera ritrova una propria forte dimensione intellettuale. Al finissage del 14 ottobre verrà presentato un catalogo, con testi di Aldo Iori e Francesco Santaniello e con immagini delle opere in mostra e apparati biobibliografici. Karpüseeler (1955). Dopo essersi diplomato con Nuvolo all’Accademia di Belle Arti di Perugia, si dedica all’attività artistica realizzando opere, come i “Quadri logici”, che danno forma a problematiche di derivazione concettuale. Dagli anni ottanta la sua ricerca si rivolge alla grande tradizione astratta contemporanea elaborando un personale linguaggio. Vincitore di premi internazionali di scultura, le sue opere sono presenti in numerose collezioni. Tra le mostre personali si ricordano quelle presso Galleria Centro L’Isola (Capri, 1988), Galleria Belvedere (Milano, 1991, 1993 e 2001), Galleria Alfonso Artiaco Napoli, 1992), Luigi Franco Arte Contemporanea (Torino, 1997), Galleria Artiscope II (Bruxelles, 1998), Vierteetage (Berlino, 2000), Spaziodinamico (Pisa, 2006) e Tangram (Perugia, 2016). Tra le rassegne internazionali si ricordano "Isole del disordine"(Cortona, 1994), "Percorsi" (Cerrina, To, 1997), "Oro" (Bruxelles, 1996), "Amici miei" (Bruxelles,1999), "Futurama, arte in Italia" (Prato, 2000), "XII Biennale Internazionale di Scultura" (Carrara, 2006), "Terra di Maestri", (Spello, 2007), "XV Quadriennale d’Arte" (Roma, 2008), "Fighters and Survivors" (Roma 2012), "Ricognizione" (Foligno, 2014), "Opere della Collezione Camusac" (Cassino, 2015), "Opera Prima" (Amelia, Tr, 2016). Vive e lavora in Umbria.
30 Settembre 2018
Carsulae: SONUS, evento rimandato
Gentili visitatrici, gentili visitatori,Vi comunichiamo che, per ragioni organizzative, l'evento "SONUS, la ricerca delle antiche frequenze vibrazionali" a cura di Carla Marchettini - Rave Meditation, in calendario, a Carsulae, domenica 30 settembre 2018, è stato rimandato a data da definirsi. Info:0744 334133info@carsulae.itla foto di Carsulae è di Alessandro Manciucca
Centro Visita e Documentazione "U.Ciotti" di Carsulae - Strada di Carsoli, 8 - 05100 Terni
Telefono e Fax: +39 0744 334133 - info@carsulae.it
facebook

Iscrizione alla newsletterCancellazione dalla newsletter