Pacchetti turistici
Relax e divertimento al Lago di Piediluco
A partire da € 245,00
Il Lago di Piediluco, il secondo più grande dell'Umbria dopo il Trasimeno, sarà un meraviglioso sfondo per la vostra minivacanza all'insegna del relax e del divertimento outdoor.

La proposta prevede un soggiorno presso un Hotel in posizione panoramica sul lago di Piediluco con una cena di benvenuto vista lago a base di specialità tipiche locali.

Potrete effettuare una visita guidata al Castello di Labro, un'antica rocca del XV secolo nel piccolo borgo del Lazio, che offre una meravigliosa vista sul lago e sulle montagne circostanti, come il monte Terminillo.

Avrete modo di provare l'emozione di un tour in battello del lago di Piediluco e di visitare il bellissimo Parco della Cascata delle Marmore, senza tralasciare un po' di adrenalina, con una discesa di Soft Rafting lungo il fiume Nera.
leggi tutto
MTB Grand Tour sulla Greenway del Fiume Nera
A partire da € 278,00
Percorso che si snoda per tutta la Valnerina risalendo il corso del fiume Nera, per poi salire e scendere le innumerevoli montagne che lo circondano, attraverso luoghi suggestivi che renderanno il tutto un'esperienza unica ed emozionante. Il percorso è stato diviso in più tappe di più giorni per agevolarne la percorrenza totale (è possibile, comunque, personalizzarlo in base al proprio allenamento). Lungo il percorso è raro incontrare auto e il panorama, molto vario, può essere goduto in assoluta tranquillità.

Primo giorno
La partenza e l'arrivo di questo itinerario sono previsti presso il Lago di Piediluco (375 m), nell'Italia centrale, su cui si affaccia il piccolo borgo di pescatori che deve il suo nome proprio al Lago. Una realtà tranquilla, dove trascorrere del tempo per una piacevole passeggiata lungo le sponde del lago oppure imbarcarsi per un rilassante giro in battello, alla scoperta degli scorci più nascosti. La prima giornata prevede la partenza da Piediluco, in direzione Prati di Stroncone (900 m): in questo altopiano è prevista una sosta per rifocillarsi e riprendere energie. Si riparte sempre su strada sterrata alla volta di Miranda, attraversando castagneti secolari, per concludere la giornata, dopo una serie di discese entusiasmanti, ad Arrone.  Qui è previsto il primo pernottamento. Prima di giungere alla struttura ricettiva, sosta alla Cascata delle Marmore, per ammirare lo spettacolo della cascata più alta d'Europa. 

Secondo giorno
Il giorno seguente si riparte alla volta di Preci (596 m), risalendo buona parte della Valnerina, e costeggiando in il fiume Nera, che da il nome alla vallata. Giunti a Preci, attraverso un percorso prevalentemente pianeggiante, è prevista una visita all'Abbazia di S. Eutizio, uno dei complessi monastici benedettini più antichi d'Italia. All'interno del monastero sarà possibile visitare il Museo della Chirurgia. All'interno dell'abbazia si formò una delle prime scuole di microchirurgia specializzata. Pernottamento e cena. 

Terzo giorno
La giornata prevede la percorrenza di sentieri e strade all'interno del Parco Nazionale dei Monti Sibilini fino a giungere presso la meravigliosa Cascia (653 m). Prima di recarvi in struttura per il pernottamento e la cena, è prevista una visita della Basilica di S. Rita e di Roccaporena, paese nativo della Santa.

Quarto giorno
Si parte, sempre in salita, per raggiungere l'altopiano che ci porterà ad attraversare il meraviglioso borgo di Monteleone di Spoleto (978 m). Lasciandosi alle spalle il paese, si prosegue per il sentiero che conduce al Salto del Cieco, dove per secoli ha operato la Dogana dello Stato Pontificio. Superato il vecchio edificio ancora riconoscibile si percorrono alcuni single track tra boschi e radure per poi tornare al Lago di Piediluco su una lunga discesa sterrata. 

Quinto giorno
Tempo libero per visitare il Lago di Piediluco, magari facendo un giro turistico in battello o assaporando piatti tipici in uno dei numerosi ristoranti del territorio (queste attività sono escluse dal prezzo del pacchetto proposto). Partenza.

 
leggi tutto
La Via di San Francesco: da Spoleto ad Assisi
A partire da € 308,00
Un lungo pellegrinaggio a piedi nell'Umbria Meridionale di circa 60 km per percorrere le stesse strade che San Francesco percorse nel XIII secolo.
Partenza dalla meravigliosa città di Spoleto per Poreta, luogo Francescano a circa 15 Km da Spoleto.

L'itinerario prosegue per 12 km da Poreta a Trevi incantevole borgo racchiuso entro mura medievali, famoso per la bontà del suo olio DOP, che potrete assaporare in uno dei frantoi della zona.

Da qui il cammino, dopo 13 km circa, raggiungerà Foligno una delle città medievali più importanti dell'Umbria.

L'ultima tappa da Foligno attraversa il suggestivo borgo di Spello, fino ad arrivare, dopo 20 km circa, ad Assisi. L'ultimo tratto del percorso, all'ombra della vegetazione del Monte Subasio, è ricco di luoghi dal forte significato spirituale e religioso come l'Abbazia di San Benedetto e l'Eremo delle Carceri.

All’arrivo ad Assisi, città che diede i natali al Santo Francesco, potrete visitare il Bosco Sacro, le basiliche e visitare i luoghi della vita del Santo.

 
leggi tutto
Alla scoperta dei diamanti dell'Umbria
A partire da € 335,00
Immaginiamo i vostri desideri e conosciamo le nostre eccellenze: abbiamo così disegnato un soggiorno speciale per voi. Relax, enogastronomia, cultura e tipicità locali sono le caratteristiche racchiuse in un singolo pacchetto dal carattere compleatamente innovativo.

Programma consigliato:

1° giorno

Giornata dedicata alla scoperta degli antichi borghi della Valnerina. Si inizia da Ferentillo, antico centro culturale e religioso che vanta attrazioni uniche nel loro genere come il Museo delle Mummie e l'Abbazia di San Pietro in Valle, di origine longobarda risalente all'VIII secolo.

Cena di benvenuto a base di piatti tipici locali. Sistemazione in hotel e pernottamento.

2° giorno

Giornata dedicata al Tartufo: avrete l'opportunità di sperimentare una divertente quanto interessante "caccia al tartufo" nel bosco. Dopo la caccia entrerete nel mondo di uno chef professionista: le sue abilità saranno a vostra disposizione per una lezione di cucina, durante la quale imparerete a preparare degli ottimi piatti, che infine degusterete durante il pranzo.

Rientro in hotel e pernottamento.

3° giorno 

Visita al parco della cascata delle Marmore, la più alta d'Europa: passeggiata lungo i sentieri che permettono di ammirare la maestosità dei salti. Proseguimento per il Lago di Piediluco, dove un battello vi aspetterà per un tour con stop fotografici.

 

N.B. Su richiesta è possibile ridurre il soggiorno ad 1 sola notte, rielaborando il programma consigliato
leggi tutto
Una settimana con la vostra famiglia alla Cascata delle Marmore
A partire da € 385,00
La Valnerina, la valle del Fiume Nera che attraversa l’Umbria dai Monti Sibillini fino alla città di Terni, è il luogo  luogo ideale per le attività outdoor.

L'immagine più simbolica è quella della Cascata delle Marmore, con i suoi 165 metri, la più alta d'Europa.

Una settimana davvero indimenticabile da trascorrere all’insegna dello sport e del rispetto della natura.

La proposta è pensata per le famiglie, prevede il soggiorno in un confortevole agriturismo/hotel/appartamento, e combina attività divertenti che permetteranno di scoprire tutte le bellezze e le eccellenze dell’Umbria.

Vi attendono un divertentissimo rafting adatto a grandi e piccoli, una visita guidata del fantastico parco della Cascata delle Marmore e un rilassante giro in battello cullati dalle acque del lago di Piediluco.
leggi tutto
Tour dell'Umbria in VESPA: un'esperienza indimenticabile!
A partire da € 399,00
Un mezzo a due ruote dal fascino tutto italiano, la storica Vespa per scoprire l'Umbria più autentica in un percorso "slow" al confine con la Toscana.

1° giorno

Arrivo a Città della Pieve splendido borgo umbro al confine con la Toscana,terra natale di uno dei massimi esponenti del Rinascimento italiano Pietro Vannucci detto il Perugino.

Sistemazione in country house, appartamento con self catering. Aperitivo di benvenuto con degustazione di vini. Pernottamento.

2° giorno

Prima colazione. Consegna della VESPA in hotel e breve briefing. Partenza per un self drive tour sulle colline tra Umbria e Valdichiana (52 km circa). Passeggiata per le vie del centro storico di Città della Pieve, terra natale di uno dei massimi esponenti del Rinascimento italiano Pietro Vannucci detto il Perugino, alla scoperta degli antichi palazzi e delle chiese che nascondono i tesori dell'artista. Ingresso all'Oratorio di Santa Maria dei Bianchi per ammirare l'Adorazione dei Magi e al Museo Civico di Santa Maria dei Servi.

Sosta in un'azienda agricola. Passeggiata tra uliveti e vigneti, visita delle cantine e del frantoio, light lunch con degustazione di 4 vini in abbinamento a bruschette con olio extra vergine di oliva, tagliere di salumi e formaggi. Proseguimento per Piegaro borgo medievale legato alla lavorazione del vetro e per Panicale, uno dei borghi più belli d'Italia, antico castello di forma circolare arroccato su una collina che guarda al Lago Trasimeno. Rientro in country house, tempo libero per relax e pernottamento.

3° giorno

Prima colazione. Partenza in VESPA per il self drive tour del Lago Trasimeno (90 km circa). Arrivo a Castiglione del Lago, visita del centro storico. Possibilità di visitare il Palazzo dei signori Della Corgna e la vicina Rocca Medievale del Leone che offre una vista mozzafiato sul lago. Proseguimento del tour verso Passignano sul Trasimeno, una delle più vivaci località adagiata sulle rive del lago, sormontato dalla Rocca Medievale di epoca longobarda. Arrivo a Monte del Lago Magione, delizioso borgo arroccato sul lago. Visita di un frantoio nel borgo con vista lago e merenda degustazione di olio extra vergine di oliva e bruschette. Rientro in country house e pernottamento.

4° giorno

Prima colazione e checkout.
leggi tutto
News
dal 18 Settembre al 31 Dicembre 2019
CAOS Museo Archeologico: corso di scacchi
CAOS Museo Archeologico di Terni corso di scacchi per bambine e bambini e ragazze e ragazzi a cura della Associazione Sportiva Dilettantistica Tatanzak Le lezioni si terranno ogni mercoledì (livello base) e giovedì (livello medio), dalle ore 17.30 alle ore 19.00.Lezioni speciali per il livello avanzato.Lezioni di prova gratuite per nuove iscritte e nuovi iscritti. Si comincia mercoledì 18 settembre. Info: Maurizio Matteoli _ 338 6790347 tatanzak@gmail.com
dal 05 Ottobre al 10 Novembre 2019
CAOS Museo Archeologico: Giulietta Bolli in mostra
CAOS Museo Archeologico sabato 5 ottobre 2019 _ ore 18.00 GIULIETTA BOLLI a cura di Franco Profili con il contributo critico di Davide Silvioli inaugurazione  la mostra sarà visitabile fino a domenica 10 novembre 2019 ingresso libero giorni e orari di visita: dal martedì alla domenica fino a sabato 26 ottobre dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 17.00 alle 20.00 da domenica 27 ottobre a domenica 10 novembre dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 19.00 lunedì chiuso Info e contatti:340 4188488 museoarcheologicoterni@gmail.com www.caos.museum Dopo aver affrontato e vinto numerose sfide oggi il rapporto spazio, reperti, intervento artistico si è consolidato a livelli qualitativi così alti da aver portato il Museo Archeologico di Terni ad essere insieme al contiguo CAOS e a Palazzo di Primavera una delle maglie che fanno la rete dei centri espositivi qualificati della città. Grazie alla sensibilità, all’intelligenza ed alla capacità di mettersi in gioco degli artisti, ai contributi dati dai diversi critici e storici dell’arte, ed alla niente affatto scontata disponibilità data dalle istituzioni e dagli operatori che gestiscono lo spazio, oggi possiamo senza difficoltà parlare di una programmazione espositiva legata all’arte contemporanea che credo nessun altro museo archeologico italiano possa vantare. Con Giulietta Bolli torniamo a trattare un’arte pittorica che a partire da modi profondamente legati alla tradizione di queste nostre terre (e per modi non intendo quelli legati alle diverse tecniche ma al vissuto ed alla materia di cui è fatta la gente che qui abita) arriva, proprio sulla spinta di questa mostra, ad una specie di sfida lanciata a se stessa ed alle proprie consolidate certezze.  Della intera programmazione proposta negli ultimi due anni al Museo Archeologico di Terni questa dell’artista ternana è in realtà la prima mostra che ad esclusione di una singola opera, l’unica di fine 2018 che abbiamo tenuto per chiarire da dove questo progetto è partito, è stata interamente pensata a misura degli spazi e dei reperti del museo. Giulietta è quella che ha osato sfidare se stessa e le certezze, che per lei dubbiosa di natura mai sono tali, costruite in pochi anni di lavoro ed è quella che ha risposto con naturalezza alle tante sfide che nascevano ad ogni nostro incontro.Il risultato di questo processo creativo è che ognuno di questi lavori è figlio dei precedenti e madre dei successivi e che questa mostra è un punto di arrivo e allo stesso tempo di partenza verso qualcosa che non conosciamo ma che di certo non potrà più essere come il prima. Giulietta ha scavato, elaborato e lavorato dentro la materia di cui è fatto il suo mondo e lo ha fatto senza nulla perdere dello stile che tutti le riconoscono. Franco Profili Tutto sembra sul punto di potersi dissolvere da un istante all'altro. Sono queste cifre stilistiche a principiare la silenziosa ma incessante e vicendevole interdipendenza, forse senza possibilità d'estinzione, fra la figura e le atmosfere vibranti delle superfici in erosione che la generano, quasi come a farla emergere dalle loro profondità oppure come ad assorbirla.Indubbiamente, nel mezzo di tante attitudini linguistiche, ad affiorare con maggiore riconoscibilità è una sensazione di caducità declinata nelle più estese derivazioni di significato del termine. Instabile, effimero, indefinito, indeterminato, tutti attributi che ben contribuiscono a inquadrare l'essenza intima della pittura di Giulietta Bolli senza mai, però, riuscire a perimetrarla in maniera conclusiva. Forse perché il suo lessico si nutre, prima di ogni altro stimolo, più di interrogativi che di risposte. Difatti, pare che esso tragga linfa e ragion d'essere proprio dell'impossibilità di giungere a un'evidenza ultima, trovando in questa correlazione irrisolta nei confronti dell'immagine dipinta il risvolto più poetico del sentire della pittrice e del suo modo di confrontarsi con l'arte. Davide Silvioli Giulietta Bollinasce nel 1957 a Terni dove consegue la maturità artistica presso l'Istituto Statale D'Arte O. Metelli avendo come docenti Giulio Viscione e Luciano Capetti. Allestisce la sua prima personale nel 1976 presso il Circolo Canottieri di Piediluco, partecipa poi ad altre collettive nel territorio. Nel 1980 inizia una attività commerciale che l'allontanerà momentaneamente dalla pittura senza però inaridire una vena creativa che la porta a ideare, creare e produrre una ampia serie di prodotti artistici che arrivano ad essere distribuiti su scala nazionale e internazionale. In anni recenti riprende appieno la sua attività e arriva a definire uno stile che si caratterizza per una lavorazione della materia pittorica rapida, non mediata e allo stesso tempo carica di memoria. Questa dell’Archeologico di Terni è la prima mostra in cui l’artista si confronta con la storia realizzando un ciclo di opere su carta, il supporto che meglio di altri rilascia la preziosità della pittura.  
Centro Visita e Documentazione "U.Ciotti" di Carsulae - Strada di Carsoli, 8 - 05100 Terni
Telefono e Fax: +39 0744 334133 - info@carsulae.it
facebook

Iscrizione alla newsletterCancellazione dalla newsletter