vale: https://www.carsulae.it/libraries2.0/ Carsulae - Parco Archeologico
Scopri le attività didattiche del CAOS e del Paleolab a Terni
Bravi con le parole, forti con le immagini
[MUSEO CIVICO ARCHEOLOGICO DI TERNI]
I Romani sapevano come scegliere l'espressione giusta e quando sfoderare - se non proprio il sorriso – il gesto migliore: così, oggi come allora, gli archi di trionfo, le iscrizioni onorarie, i rilievi funerari, le statue dinastiche e le monete traducono, con talento narrativo e dono della sintesi, la grandezza delle loro imprese, le qualità positive dei loro uomini e delle loro donne e i sentimenti che li animavano.Pronti a cogliere il messaggio?Realizzazione del manifesto della propria biografia in maniera creativa, ispirandosi alle performance di Guglielmo Achille Cavellini: l'invito rivolto ai partecipanti sarà quello di “ingigantire” la loro storia personale, scrivendola e rappresentandola su una selezione di supporti da indossare, cioè da esibire. destinatari secondo ciclo scuola primaria e scuola secondaria di primo grado durata 3 ore e 30 min tipologia costo 5.00 € / cad I prezzi indicati si riferiscono solo all'attività didattica; il biglietto d'ingresso è normato dal regolamento di biglietteria.
leggi tutto
Che (mono)tipo!
[MUSEO CIVICO ARCHEOLOGICO DI TERNI]
Cerchi concentrici, linee parallele, meandri, onde, spirali e quadratini: ci piace pensare ai motivi ornamentali scelti dai nostri antenati come a tanti alfabetieri, complici della loro fantasia e custodi delle loro aspirazioni consegnate alla nostra eredità. Percorso tematico di osservazione ed analisi degli aspetti artigianali e del repertorio decorativo di alcune ceramiche esposte. A seguire laboratorio di rielaborazione creativa del repertorio attraverso la tecnica della monotipia. destinatari secondo ciclo scuola primaria e scuola secondaria di primo grado durata 3 ore e 30 min tipologia costo 5.00 € / cad I prezzi indicati si riferiscono solo all'attività didattica; il biglietto d'ingresso è normato dal regolamento di biglietteria.
leggi tutto
Chi sposta i continenti?
[Paleolab - Museo delle raccolte paleontologiche dell'Umbria meridionale]
Il nostro pianeta viene analizzato nella sua dinamicità attraverso i più evidenti fenomeni geologici. Con l'ausilio di modelli geofisici tridimensionali si potranno esemplificare: la tettonica delle placche, l'espansione dei fondali oceanici, il vulcanismo e il loro ruolo nel determinare l'evoluzione della superficie terrestre. Inoltre, attraverso un "modello-puzzle" si potranno evidenziare e analizzare le diverse geografie continentali nel corso del tempo, da 400 milioni di anni fa a oggi.L'analisi di alcuni tipi di rocce permetterà di chiarire alcuni aspetti fondamentali dell'evoluzione della superficie terrestre e degli ecosistemi che la caratterizzano.In fase laboratoriale verrà realizzato un modellino dell'interno della terra destinatari secondo ciclo scuola primaria e scuola secondaria di primo grado durata 3 ore tipologia costo 3.00 € / cad I prezzi indicati si riferiscono solo all'attività didattica; il biglietto d'ingresso è normato dal regolamento di biglietteria.
leggi tutto
C'era una volta in Umbria
[Paleolab - Museo delle raccolte paleontologiche dell'Umbria meridionale]
Attraverso l'analisi di campioni di roccia affioranti nei territori dell'Umbria e quella dei resti fossili in essi contenuti, sarà possibile ricostruire le principali tappe evolutive del Bacino Tiberino Umbro (di cui la conca ternana è parte integrante) da circa 3 milioni e mezzo di anni fa ad oggi.Le testimonianze fossili, che verranno prese in considerazione, appartengono al dominio geologico marino (Età Mesozoica) delle antiche dorsali montuose, che circondano la conca ternana (invertebrati marini, come le ammoniti) e al dominio geologico continentale (Periodo Quaternario) del Bacino Tiberino (vertebrati terrestri come i resti scheletrici degli antichi mammiferi).La fase laboratoriale prevede la riproduzione in gesso di un ammonite. destinatari secondo ciclo scuola primaria e scuola secondaria di primo grado durata 3 ore tipologia costo 3.00 € / cad I prezzi indicati si riferiscono solo all'attività didattica; il biglietto d'ingresso è normato dal regolamento di biglietteria.
leggi tutto
E' una lunga storia.
[MUSEO CIVICO ARCHEOLOGICO DI TERNI]
Ogni esposizione museale è l'esito di un lavoro di ricerca interdisciplinare: in questo percorso, impareremo a interpretare i corredi funerari e i frammenti scheletrici, esposti nella sezione pre-romana del Museo Archeologico di Terni, come un archeologo e un antropologo sono abituati a fare.Il laboratorio, liberamente ispirato a Ricostruzione teorica di oggetti immaginari di Bruno Munari, sarà il luogo privilegiato del nostro “sapere immaginario”, dove coniugheremo il rigore scientifico del restauratore, che è l'”addetto a ricostruire”, con la nostra capacità di reinventare una materia, una forma, una funzione. destinatari secondo ciclo scuola primaria e scuola secondaria di primo grado durata 3 ore e 30 min tipologia costo 5.00 € / cad I prezzi indicati si riferiscono solo all'attività didattica; il biglietto d'ingresso è normato dal regolamento di biglietteria.
leggi tutto
News
dal 15 Settembre al 14 Ottobre 2018
CAOS Museo Archeologico: Karpüseeler - Vivavoce
CAOS Museo ArcheologicoKarpüseeler - VivavoceAntologia minima di opere scelte.1978_2018.Cura: Aldo IoriIdeazione e coordinamento: Franco ProfiliCollaborazione al Progetto: Comune di Terni – Direzione Servizi Culturali e Servizi MusealiGestione Servizi Museali della città di Terni - Civita, Indisciplinarte, Coopsociale ACTL e Coopsociale ALISla mostra sarà visitabile fino a domenica 14 ottobre 2018giorni e orari di visita: dal martedì alla domenica, dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 17.00 alle 20.00lunedì chiuso ingresso liberoInfo:340 418 8488museoarcheologicoterni@gmail.com La mostra di Karpüseeler - Vivavoce, a cura di Aldo Iori, è allestita presso gli spazi del Museo Archeologico all'interno del complesso Caos, Centro Arti Opificio Siri di Terni e propone una minima antologia di importanti opere esposte in occasione del quarantennale della sua attività artistica. Il Museo Archeologico accoglie, tra i suoi preziosi reperti antichi, una quindicina di opere che vengono collocate nel rispetto del luogo e del percorso espositivo. Una lunga tradizione, italiana e non solo, oramai accompagna questo tipo di eventi in cui l'arte contemporanea crea un ideale ponte con il passato, non tanto per dimostrare affinità linguistiche o a volte discutibili assonanze, ma per segnare l'attualità dei luoghi culturali in cui ritrovare le proprie radici e per ribadire l'eterna contemporaneità di tutta l'arte. Karpüseeler ha da sempre rivolto la sua attenzione alla definizione dell’opera come concreto confine tra differenti ambiti della speculazione del pensiero contemporaneo. Interessato fin dal suo esordio del 1978 alle logiche cibernetiche, le sue opere varcano il confine disciplinare della scultura per dare concretezza a elaborazioni nelle quali sia la forma tende all’assoluto sia l’opera intera instaura con l’osservatore un inedito rapporto spazio-temporale. La rassegna si apre con l'inedita opera "VIVAVOCE" (2018), che fornisce il titolo alla mostra, e che da subito pone l’osservatore nello spazio pluridimensionale dell’opera, quasi a chiedergli ascolto o proponendogli un luogo ideale della riflessione. La parola con la sua vocalità fornisce, come in "Nazywam" (2012), la base scientifica e ideativa per la definizione della forma lignea; altre volte si coniuga con linguaggi tecnici, come il barcode presente in opere come "L.E.G.N.O." (1990) o "U.O.V.O." (2004) o l'artista utilizza la suggestione di calembour linguistici come "In/equi/vocare" (1987-2003), opera emblematica in cui il cavallo degli scacchi diviene mostro terribile di un inconscio che forza il pensiero razionale, o ancora in "Varano di Komòdo" (1987). Altre opere come "Verso infinito"(1995), "Piccola Voce" (2016), "Silenzio bianco" (2006) e "Coro" (2007) posseggono invece una forte e assoluta presenza che, come in Canova, Brancusi o Spalletti, travalica l’aspetto formale e l'opera ritrova una propria forte dimensione intellettuale. Al finissage del 14 ottobre verrà presentato un catalogo, con testi di Aldo Iori e Francesco Santaniello e con immagini delle opere in mostra e apparati biobibliografici. Karpüseeler (1955). Dopo essersi diplomato con Nuvolo all’Accademia di Belle Arti di Perugia, si dedica all’attività artistica realizzando opere, come i “Quadri logici”, che danno forma a problematiche di derivazione concettuale. Dagli anni ottanta la sua ricerca si rivolge alla grande tradizione astratta contemporanea elaborando un personale linguaggio. Vincitore di premi internazionali di scultura, le sue opere sono presenti in numerose collezioni. Tra le mostre personali si ricordano quelle presso Galleria Centro L’Isola (Capri, 1988), Galleria Belvedere (Milano, 1991, 1993 e 2001), Galleria Alfonso Artiaco Napoli, 1992), Luigi Franco Arte Contemporanea (Torino, 1997), Galleria Artiscope II (Bruxelles, 1998), Vierteetage (Berlino, 2000), Spaziodinamico (Pisa, 2006) e Tangram (Perugia, 2016). Tra le rassegne internazionali si ricordano "Isole del disordine"(Cortona, 1994), "Percorsi" (Cerrina, To, 1997), "Oro" (Bruxelles, 1996), "Amici miei" (Bruxelles,1999), "Futurama, arte in Italia" (Prato, 2000), "XII Biennale Internazionale di Scultura" (Carrara, 2006), "Terra di Maestri", (Spello, 2007), "XV Quadriennale d’Arte" (Roma, 2008), "Fighters and Survivors" (Roma 2012), "Ricognizione" (Foligno, 2014), "Opere della Collezione Camusac" (Cassino, 2015), "Opera Prima" (Amelia, Tr, 2016). Vive e lavora in Umbria.
30 Settembre 2018
Carsulae: SONUS, evento rimandato
Gentili visitatrici, gentili visitatori,Vi comunichiamo che, per ragioni organizzative, l'evento "SONUS, la ricerca delle antiche frequenze vibrazionali" a cura di Carla Marchettini - Rave Meditation, in calendario, a Carsulae, domenica 30 settembre 2018, è stato rimandato a data da definirsi. Info:0744 334133info@carsulae.itla foto di Carsulae è di Alessandro Manciucca
Centro Visita e Documentazione "U.Ciotti" di Carsulae - Strada di Carsoli, 8 - 05100 Terni
Telefono e Fax: +39 0744 334133 - info@carsulae.it
facebook

Iscrizione alla newsletterCancellazione dalla newsletter