diSEGNI incisi
dal 27 Maggio al 25 Giugno 2017

diSEGNI incisi

sabato 27 maggio 2017 _ ore 17.00
CAOS Museo Archeologico
diSEGNI incisi: mostra di Massimo Zavoli
la mostra sarà visitabile fino a domenica 25 giugno 2017
ingresso libero
ogni sabato, domenica 18 e domenica 25 giugno, alle ore 17.15, visita guidata gratuita a cura dell'artista

Giorni e orari di visita della mostra:
dal martedì alla domenica _ 10.00 - 13.00 / 17.00 - 20.00

Info:
340 4188488
museoarcheologicoterni@gmail.com


Massimo Zavoli
Nato a Terni nel 1960, è docente presso il Liceo Artistico di Terni, dopo aver insegnato all’Istituto d’Arte di Orvieto e all’Accademia di Belle Arti di Viterbo. Le sue arti sono: incisione calcografica, pittura, decorazione, doratura, ebanisteria, tarsia, intaglio/scultura del legno e di argilla. Durante la sua formazione ha incontrato quattro Maestri: V. Cecchi, L. Capetti, A. De Felice e non per ultimo R. Bellucci, dal quale ha appreso l’arte calcografica utilizzando il torchio di De Felice donatogli dagli eredi nel 2009. Ha realizzato acqueforti che ha esposto in mostre personali e collettive importanti in Italia, come all’Officina delle Zattere lungo il percorso della “Biennale di Venezia 2015”, ad “Arte Padova 2015”, “Arte Genova 2017”, a Roma nella Sala del refettorio della “Camera dei Deputati” ed altre località, mentre all’estero espone a Londra, Bruxelles, Davos (Svizzera) e Montecarlo “ARTMONACO 2016” e New York. Le sue opere calcografiche sono state assegnate anche in diverse pregevoli occasioni di premi e riconoscimenti. Una sua grafica in acquaforte, riguardante la sua città dal titolo “Terni – 11 agosto 1943”, è stata utilizzata come locandina pubblicitaria ed è stata scelta dalle Poste Italiane per un “Annullo Postale Filatelico” nel 2015. Sempre nell’ambito della Filatelia, le Poste Italiane hanno emesso nel 2016 una Cartolina Postale utilizzando il disegno in acquaforte dell’opera “Giovane Europa”, creata per premi alla Camera dei Deputati. Tra le sue arti c’è anche la pubblicazione di un libro dal titolo “Acqueforti – La mano è la finestra della mente” in occasione della mostra al Centro di Paleontologia della “Foresta Fossile” di Dunarobba (TR), nell’ambito delle Giornate Europee del Patrimonio 2013, patrocinata dal Comune di Avigliano Umbro, dalla Regione dell’Umbria, dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Umbria. Ha ricevuto nel 2016 il riconoscimento come “Formatore Accademico” dell’Accademia Universitaria di studi Giuridici Europei (A.U.G.E.), presso la Camera dei Deputati. Per attività svolte in favore dell’Arte e della Cultura, riceve il “Premio Internazionale Spoleto Festival Art” nel 2014, 2015 e 2016. Alcune opere in acquaforte/acquatinta sono depositate nell'Archivio di Stato di Terni.












L\'INVITO ALL\'EVENTO
News
dal 26 Giugno al 29 Settembre 2017
Al via scavi 2017 e APP per smartphone
Al via, il 26 giugno 2017, la campagna scavi 2017 presso il Quartiere Nord Est di Carsulae. Da quest'anno inoltre, le indagini si estenderanno anche all'area del foro, dove il georadar dell'INGV (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia) ha mostrato la presenza di strutture finora sconosciute.La nuova APP (SCOPRI IL VIDEO: http://bit.ly/2svHuDn) per l'area archeologica di CARSULAEUn egregio lavoro di EuroMedia s.r.l., sostenuto dal finanziamento della Fondazione Cassa di Risparmio Terni e Narni ed il fondamentale contributo archeologico di Astra Onlus.
dal 15 Settembre al 03 Ottobre 2017
CAOS Museo Archeologico: GEOARCHEOGRAFIE di Angela Palmarelli
CAOS Museo Archeologico GEOARCHEOGRAFIE mostra di Angela Palmarellia cura di Franco Profiliinaugurazione venerdì 15 settembre 2017 _ ore 18.00la mostra sarà visitabile fino a martedì 3 ottobre 2017ingresso liberoCAOS Museo ArcheologicoViale Luigi Campofregoso, 98 - Ternidal martedì alla domenica _ 10.00/13.00 - 17.00/20.00venerdì 15 e sabato 16 aperture straordinarie 17.00/24.00lunedì chiusoInfo:340 4188488museoarcheologicoterni@gmail.comhttp://www.ternifestival.it/portfolio/angela-palmarelli-itgeoarcheografie/ In occasione della presentazione alla stampa della recente mostra sulla Pittura della luce, il neodirettore del MART Giuseppe Maraniello esprimeva il parere che un museo debba ospitare delle mostre quando queste interagiscono con le proprie collezioni permanenti in un fitto dialogo di richiami e rimandi. È condividendo questa posizione che proponiamo al Museo Archeologico Comunale di Terni la mostra di Angela Palmarelli dal significativo titolo di "GEOARCHEOGRAFIE". Proseguendo una ricerca iniziata da anni, l'artista presenta qui le tappe più recenti del suo lavoro in cui la protagonista è la Terra nel suo continuo evolversi di depositi e erosioni, l'azione alterna del coprire e del disvelare. Questi processi geologici trovano nelle polle d'acqua, nelle foci e negli estuari, nelle faglie e nelle fratture i propri protagonisti: son questi che danno vita ad un lavoro di scrittura paziente che solo chi sa leggere i suoi caratteri riesce ad interpretare. Questa sua azione ha la capacità di interrare, e quindi di celare, ma a volte di far venire alla luce quelle stesse pietre su cui l'uomo a lungo ha inciso i suoi messaggi intenzionalmente più duraturi. Con questi caratteri arcaici, primordiali, la natura lascia traccia di un messaggio che ha preceduto di miliardi di anni la comparsa dell' Uomo sulla Terra e che continuerà certamente dopo la sua scomparsa. Collegato all'idea di un lento, continuo, fluire, il progetto prevede l'installazione di una decina di opere in gres e terracotta – tutte inedite e pensate e realizzate a misura degli spazi museali – quasi altrettanti fogli ideali di un libro che racconti i cambiamenti morfologici che talvolta preludono alle scoperte archeologiche. In questo spazio Il visitatore viene guidato in un percorso che si snoda lungo il cardine centrale del Museo, partendo dalla fine, ovvero dal leone del I secolo avanti Cristo, risalendo quindi a ritroso, come se seguisse il tracciato di uno degli innumerevoli corsi d'acqua che da sempre caratterizzano il territorio di Interamna Nahars.
Centro Visita e Documentazione "U.Ciotti" di Carsulae - Strada di Carsoli, 8 - 05100 Terni
Telefono e Fax: +39 0744 334133 - info@carsulae.it
facebook

Iscrizione alla newsletterCancellazione dalla newsletter